L’importanza di pulire lo zerbino periodicamente

Ce l’abbiamo davanti agli occhi ogni giorno, al punto tale che spesso non gli dedichiamo la giusta cura per tenerlo pulito al meglio. Stiamo parlando dello zerbino, il biglietto da visita di ingresso che introduce alla casa o ambiente di lavoro (potremmo definirlo come un primo avamposto di accoglienza).

La funzione di uno zerbino è importantissima: non solo “accogliere”, ma anche e soprattutto permettere a chi entra di pulire le scarpe e portare all’interno dell’abitazione meno sporcizia possibile proveniente dall’ambiente esterno, è stato dimostrato che il 70% della polvere di un ambiente la portiamo dentro fin dal primo momento che varchiamo la porta.

Ma cosa succede se lo zerbino è sporco?

Innanzitutto si comunica a chi entra che non c’è cura, si percepisce se un ambiente è pulito al suo interno già da come è mantenuto uno zerbino.

Se lo zerbino è sporco e logoro si comunica da subito trascuratezza per la pulizia, cosa che in certi ambienti specie quelli della ristorazione non è assolutamente ammesso.

Se lo zerbino è sporco, non pulisce ma anzi si otterrà l’effetto esattamente contrario! Uno zerbino non pulito diventa ricettacolo di batteri e sporcizia che, nell’atto di spazzolare le scarpe, contribuirà soltanto a peggiorare la situazione di queste ultime e a portare tanti ospiti sgraditi all’interno dell’abitazione.

Pulire uno zerbino diventa non soltanto un’azione  igienica, ma anche salutare.

Sotto le scarpe si annidano agenti microbici di ogni genere che, se portati in casa, rendono l’ambiente meno salubre a svantaggio di tutti gli abitanti della casa, soprattutto se si hanno bambini o animali che, per loro natura, sono molto più spesso a contatto con il pavimento.

Cosa fare per pulire lo zerbino in modo corretto

  • fase di lavaggio di uno zerbino con il logo Polidoro, realizzato con una idropulitrice

    lavaggio zerbino con idropulitrice

    Utilizzare un normale aspiratore per rimuovere peli e polvere. La maggiore frequenza di queste operazioni, diminuisce l’usura del prodotto.

  • Periodicamente rovesciare lo zerbino (asciutto) e batterlo provocando la caduta dello sporco che rimane nella base delle fibre.
    Nelle prime 2/3 settimane, è consigliabile effettuare una pulizia quotidiana dello zerbino allo scopo di eliminare il residuo di lavorazione (copiosa perdita di peli).
  • Manutenzione asciuga passo: l’asciugapasso deve periodicamente essere aspirato con battitappeto, capovolgere il tappeto con il pelo rivolto al pavimento e passare il battitappeto, una volta che lo sporco è precipitato a terra ricapovolgere il tappeto e aspirare lo sporco in posizione normale.
  • Per il lavaggio: Se non si è provvisti di lavamoquette ad estrazione, lavare in stagione calda, bagnare il tappeto in posizione orizzontale (a terra) saponare con detergente neutro o con il Super sgrassatore Igienizzante Celli e l’aiuto di una spazzola fino a raggiungere una schiuma compatta, lasciare agire 10/15 min. e risciacquare abbondantemente sempre in posizione stesa. Nello stenderlo fare attenzione a non creare delle pieghe nette che possono danneggiare il sottofondo/profilo. Piegatura e arrotolamento devono essere sempre fatti col pelo all’esterno e mai posizionare arrotolato in verticale altrimenti si creano pieghe indesiderate.